Archivi categoria: Bali

Un giorno, davanti ad un planisfero gigante, io e Fede abbiamo chiuso gli occhi, abbiamo unito le mani e, sempre alla cieca, abbiamo puntato le nostre dita su una destinazione. Il destino ci ha fatto indicare l’Indonesia! Un sogno che abbiamo coltivato per anni e che non siamo stati mai in grado di trasformarlo in realtà… fino all’estate del 2014!

Cieli italiani – Bali: il viaggio sotto l’Equatore

Cieli italiani – Bali: il viaggio sotto l’Equatore

Siamo in aereo, finalmente. Io e Federica. Questo che ci porta a Roma è il primo dei cinque voli che ci permetteranno di raggiungere l’Indonesia.

Bali, cieli italiani
Bali: cieli italiani. Seduto in aereo a scrivere. Il taccuino che mi accompagnerà per tutto il viaggio in Indonesia.

Stamattina la sveglia non è stata delle più felici perchè ieri sera ho fatto veramente tardi. Alle quattro, dopo una serata passata con Fede, al mio ritorno a casa ho anche “assaggiato” l’ennesima porzione di spumone nocciola e pistacchio. Il gelato mi ha conciliato il sonno.

Ieri, io e Fede, dopo una cena (l’ultima) consumata con le rispettive famiglie, siamo usciti insieme. Avevo voglia di festeggiare la nostra partenza con un aperitivo analcolico e siamo passati dal locale in centro di una amico. Diego, così si chiama il proprietario e barman, è uno tra i migliori del Salento nel preparare cocktail e aperitivi. Lì lavora anche Rocco, un altro amico skater/surfer che ha insistito per offrirci il delizioso cocktail analcolico a base di succhi di frutta mista. Con il bicchierone in mano siamo usciti in strada e lì abbiamo incontrato una coppia di vecchi amici con i quali abbiamo chiacchierato allegramente del viaggio.

Stamattina Fede mi ha svegliato con una telefonata per chiedermi se mi andasse di partire da Lecce in autobus per raggiungere l’aeroporto di Brindisi. Ovviamente ho accettato e mi è toccato di fre gli ultimi preparativi con estrema fretta. Mi ha richiamato dopo un quarto d’ora dicendomi che aveva cambiato idea e che ci avrebbe accompagnato suo fratello Giuseppe.

Lunga attesa in aeroporto ma felici di avere finalmente iniziato il nostro viaggio.

Bali - Cieli italiani 04
Bali: Cieli italiani. Federica controlla i biglietti aerei nella sala d’attesa dell’aeroporto di Brindisi.

Da molti anni viaggio in Europa esclusivamente con la compagnia aerea britannica low cost Ryanair e non ricordavo come fossero gli aerei delle altre compagnie: mi ha stupito l’enorme differenza nella qualità del viaggio. Abbiamo viaggiato fino a Roma Fiumicino con Vueling, leader spagnola nei voli low cost in europa, e devo ammettere che il servizio e gli aerei non hanno nulla a che vedere con quelli della Ryanair: sedili spaziosi e comodi, spazio per le gambe, la gente non urla e non spinge per accaparrarsi i posti migliori! Soprattutto ho notato che l’ereo, e intendo il motore, è più silenzioso dei cugiuni britannici. Un’altra cosa che ha catturato la mia simpatia è il fatto che le hostess non passano ogni cinque minuti per vendere snack e gratta e vinci.

Ora Fede dorme, a bocca aperta, e io le sto facendo scherzetti e foto divertenti.

Due sedili più in là è seduta la cantante Serena Grandi che legge un libro giallo indossando grandi occhiali da sole scuri.

Sui cieli italiani. E’ sempre affascinante osservare il mondo dall’alto di un aereo. Si possono capire molte cose guardando fuori dall’oblò di un velivolo. Piccolezza innanzitutto! Tutto è estremamente piccolo lì sotto. Le case, le strade, persino le montagne hanno dimensioni ridicole. Forse ogni volta che si ha un problema materiale si dovrebbe fare un giro in aereo e in questo modo può apparire più lontano, più piccolo e, allo stesso tempo, facilmente risolvibile. Succede infatti che alzando il punto di vista si amplia anche l’orizzonte.

PUNTO DI VISTA PIU’ ALTO = ORIZZONTE PIU’ LONTANO

Intanto stiamo sorvolando il Tirreno; chiaramente quello che ci scorre sotto è il Golfo di Napoli… o no?

Anche la velocità appare differente: ci muoviamo a quasi mille chilometri orari ma sotto il paesaggio poassa lento, scorre silenzioso e quasi immobile.

Superate le nuvole c’è sempre il Sole! Ricordatelo Daniele!

Sotto di noi case sparse, campi coltivati e di tanto in tanto paesini sembrano macchiette grigiastre tra colline verdi. E’ evidente come l’uomo ha piegato tutto alla sua volontà o esigenza. Voliamo da centinaia di chilometri ma non abbiamo sorvolato zone abbastanza grandi di natura incontaminata; la mano umana è onnipresente.
Ogni tanto riesco a scorgere un bosco o macchie di alberi delimitate da strade e recinti. Queste piccole oasi sono state risparmiate dal massacro ambientale ad opera dell’uomo ma fino a quando potranno essere preservate?

Arriviamo!

Lonely Planet Bali e Lombok

Lonely Planet Bali e Lombok

Vediamo un po’ le prime impressioni, consigli e utilizzo della Lonely Planet Bali e Lombok.

Prima di un viaggio che mi porti in località remote, ma anche vicino casa, sono solito “studiare” la cultura del luogo e documentarmi sulla geografia dello stesso. Negli anni ho accumulato molte esperienze riguardo la ricerca delle informazioni utili da acquisire su una determinata destinazione e con l’aiuto di internet me la sono sempre cavata alla grande. Per esempio, prima dei viaggi in Marocco ho passato intere giornate letteralmente incollato al pc, appuntando consigli, informazioni, curiosità e scarabocchiando itinerari sull’agendina. Non che ora, prima della partenza per l’Indonesia, non abbia fatto la stessa cosa ma ho voluto concedermi lo sfizio di aiutarmi con la Lonely Planet Bali e Lombok.

Devo essere onesto: non ho mai acquistato una Lonely Planet prima di un viaggio. Non ho mai intuito l’esigenza pratica di una guida che, se va bene, costa intorno ai venticinque euro. Comunque, sempre meglio tardi che mai!

Lonely Planet Bali e Lombok

Mi reco spesso presso le librerie del centro delle città in cui risiedo per acquisire più informazioni possibili riguardo la mia destinazione. A volte mi ritrovo a spulciare decine di guide e manuali per ore, comodamente seduto all’interno delle sale lettura delle librerie. Ultimamente la Feltrinelli ha aperto un punto vendita nel centro di Lecce e finalmente ho la possibilità di gustare un buon caffè tra una lettura e l’altra. Penso che questo sia un ottimo modo per fidelizzare il cliente da parte delle librerie e un’occasione unica per i lettori di scegliere con calma le letture preferite. Allora, dopo settimane di incursioni e spulciatine alla Lonely Planet Bali e Lombok ho deciso di acquistarla. Ricordo comunque che ho visionato molte altre guide prima di scegliere la Lonely Planet; alcune delle quali sono molto utili come quella redatta dal National Geographic e le Routard.

Nel presente articolo sul libro Lonely Planet Bali e Lombok inserirò foto e immagini a bassa risoluzione scattate per comprendere meglio quello che scrivo e per dare esempi pratici sull’utilizzo della guida. I lettori non me ne vogliano se le figure e le fotografie non risultano tecnicamente buone. 

La prima impressione che da la guida Lonely Planet è quella di un manuale robusto, sostanzioso e allo stesso tempo malleabile e adatto al trasporto in viaggio. Personalmente trovo che sono troppo pesanti per essere dei libri di viaggio ma la fatica del trasporto a volte vale la pena sostenerla. La copertina flessibile della Lonely Planet Bali e Lombok permette di spiegazzarla e arrotolarla a piacimento e il materiale di cui è fatta (carta plastificata) consente di resistere a buoni livelli di umidità. Mi è capitato infatti di posizionare all’interno dello zaino la borraccia o cibo umido in prossimità di libri: il risultato è quello di trovare il tomo intriso di acqua e rovinato. Questo non succede con le Lonely Planet in quanto l’umidità tende a scivolare sulla copertina allontanando il rischio di danneggiare le pagine interne. In ogni modo consiglio sempre di inserire libri e riviste all’interno di buste impermeabili o borse stagne in modo da preservarle anche da cadute accidentali in torrenti o in caso di pioggia.

Le pagine interne sono create con carta molto sottile e l’inchiostro della stampa è leggero e piacevolmente leggibile. Inoltre gli inserti e le sezioni di colori differenti (azzurro, giallo, rosso e immagini a colori) rendono la lettura della guida Lonely Planet Bali e Lombok ancora più leggera e distesa.

Introduzione Lonely Planet Bali e Lombok

Sin dalle prime pagine della Lonely Planet Bali e Lombok si avverte la professionalità con cui l’editore ha curato la guida. Ogni sezione è perfettamente spiegata e qualsiasi informazione, anche se spesso non esaustiva, tende a descrivere in maniera buona l’essenza dell’isola dell’Oceano Indiano. Nelle primissime pagine si trova una dettagliata cartina geografica con i luoghi principali e le mete più belle ed esotiche.

Cartina e mappa  Lonely Planet Bali e Lombok

Il book inizia la vera e propria descrizione dell’isola lanciando una lista delle 20 attrazioni più belle e originali.

Lonely Planet Bali e Lombok  top 20

Nelle prime pagine viene dato ampio spazio a le cose basilari da sapere sulla meta indonesiana come ad esempio i tassi di cambio (aggiornati ovviamente alla data di stampa della guida Lonely Planet Bali e Lombok), i numeri utili, le novità, le ricorrenze particolari elencate mese per mese e molte altre curiosità.

Il libro entra poi subito nel vivo offrendo un abbozzo di itinerari per le diverse esigenze del viaggiatore. Alcuni di questi si snodano nell’entroterra dell’isola di Bali per poi proseguire sulle isole minori intorno a Lombok, altri invece passano anche dall’isola sorella Lombok e offrono escursioni sulla cosyta e nell’interno. Gli itinerari possono essere di due, tre settimane o anche escursioni da fare in giornata avendo scelto una zona in cui soggiornare come campo base.

Itinerari Lonely Planet Bali e Lombok

La guida poi passa in rassegna le attività da fare a Bali e Lombok, segnalando i luoghi di maggiore interesse culturale e le attrazioni ricreative. Bali è la patria del surf da onda e ovviamente non poteva mancare all’interno della Lonely Planet Bali e Lombok una sezione dedicata ai maggiori surf spot dell’isola indonesiana: ognuno di essi è corredato da una breve descrizione ma consiglio di visionare siti internet specializzati per avere informazioni più dettagliate e affidabili. Un’altra sezione è dedicata alle altre attività come alle immersioni, allo snorkening sulla barriera corallina di Bali e Lombok, alle passeggiate in bicicletta e alle escursioni sulle vette dell’entroterra. Vengono anche qui forniti numeri e nomi delle maggiori strutture che si occupano di tali attività

Un capitolo intero, anche se di qualche pagina appena, della Lonely Planet Bali e Lombok  è dedicato a chi viaggia con i bambini. La guida propone attrazioni, consigli e informazioni per consentire ai genitori di trascorrere una vacanza sicura e rilassata.

Viaggiare con i bambini Lonely Planet Bali e Lombok

Inizia a questo punto la guida vera e propria in cui nove capitoli specifici si susseguono offrendo in dettaglio le informazioni relative alle diverse aree geografiche delle isole. In queste pagine il lettore verrà trasportato letteralmente nelle terre lontane per ritrovarsi a contatto con la cultura del luogo. Un ampio spazio è dedicato, in tutte le sezioni, alle strutture ricettive come hotel e resort distinti per fascia di prezzo e servizi offerti. Altri consigli sono dati su bar, ristoranti e negozi in cui fare shopping. Bali, come tutte le zone del sud est asiatico, offre una miriade di piatti speziati e leccornie tipiche: spesso la guida Lonely Planet Bali e Lombok consiglia i migliori posti in cui gustare pasti a buon prezzo. Personalmente non li ho ancora provati ma, una volta sul posto, ne prenderò in considerazione qualcuno, anche solo per avere un metro di misura riguardo l’attendibilità della guida.

I capitoli divisi per area geografica della Lonely Planet Bali e Lombok sono i seguenti.

  • Kuta e Seminyak
  • Bali Meridionale e Isole
  • Ubud e dintorni
  • Bali Orientale
  • Montagne centrali
  • Bali settentrionale
  • Bali Occidentale
  • Lombok
  • Isole Gili

On the road Lonely Planet Bali e Lombok

L’ultima parte del libro è ampiamente dedicata alla storia dell’isola indonesiana fornendo informazioni del passato ma anche sulla cronaca contemporanea. Un’altro capitolo riguarda lo stile di vita e la religione dell’isola: essa è considerata la patria della spiritualità e non a caso coesistono tutti i maggiori credi in armoni e pace. La guida Lonely Planet Bali e Lombok passa poi in rassegna la cultura culinaria e le varie diete locali con utili consigli su cibo, bevande, frutta e piatti tipici del luogo.

Le arti a Bali sono infinitamente valorizzate nelle pagine della guida si descrivono le diverse danze (Legong, Kecak, ecc.), la musica, la pittura, o splendido e unico artigianato locale e la scultura. Si parla poi di architettura e ambiente.

Informazioni utili Lonely Planet Bali e Lombok

Nella sezione finale della guida si da risalto alle informazioni utili riguardo i soggiorni a breve e lungo termine, gli accessi alla rete internet, le reti telefoniche, l bibliografia e le cartine disponibili nelle librerie italiane. Altre sezioni riguardano poi i trasporti da e per l’isola, i voli interni a tra le varie isole dell’Indonesia, gli autobus e il noleggio di mezzi privati come motorini e automobili.

Nel complesso la guida Lonely Planet Bali e Lombok fornisce consigli e informazioni molto utili. Le cartine poi sono più di 30, tutte aggiornate e bicolore, e consentono di trovare subito i luoghi e gli esercii commerciali cui il libro fa riferimento.

Posso affermare che è un buon punto di partenza per chi non sa o non vuole sbattersi tra lunghe ricerche sul web. In definitiva la consiglio a chi da questa volesse approfondire determinati argomenti e situazioni.

Per qualsiasi informazione o chiarimento chiedo al lettore di contattarmi.

La guida Lonely Planet Bali e Lombok  è la 10° edizione italiana, stampata a luglio 2013.

Codice ISBN 978-88-5920-006-2

Sul sito ufficiale www.lonelyplanetitalia.it troverete anche la guida in vendita sotto forma di ebook, pagine pdf distinte per capitoli e sezioni e anche il libro cartaceo Lonely Planet Bali e Lombok cui il presente articolo si riferisce.