Archivi categoria: News

I media e il web ci informamo su quello che accade intorno a noi. In questa sezione troverete una raccolta di articoli, informazioni, curiosità e considerazioni sul mondo e i suoi abitanti.

Greenpeace Italia: per l’Artico, nessuna amnistia.


Finalmente tutti a casa!

Ma per l’Artico, nessuna amnistia.

L’azione penale contro gli Arctic 30 è terminata. Il Parlamento russo ha approvato un decreto di amnistia, in occasione del Ventesimo anniversario della Costituzione. Cristian e gli altri cittadini non russi hanno ottenuto il visto di uscita e sono tornati a casa.

Hanno speso più di tre mesi in detenzione, nonostante il fatto che il sequestro della loro nave e degli stessi attivisti siano stati ritenuti illegali dal Tribunale internazionale per il diritto del mare – ITLOS – di Amburgo. Come un attivista ha detto: “Non ci hanno arrestato per quello che abbiamo fatto. Ci hanno rinchiusi per quello che rappresentava”. L’atto di disobbedienza civile degli Arctic 30 non è stato altro che una presa di posizione contro le perforazioni petrolifere artiche, distruttive e dannose per il clima.

Non c’è invece amnistia per l’Artico, nè per il clima terrestre.

Ed è per questo la campagna di Greenpeace continua ….

via Greenpeace Italia | Greenpeace Italia.
style=”display:inline-block;width:468px;height:60px” data-ad-client=”ca-pub-6768272181267178″ data-ad-slot=”6232453641″>

Bowl box, il contenitore per cibo biodegradabile da cui nasce un fiore

Bowl box, il contenitore per cibo biodegradabile da cui nasce un fiore

Gli imballaggi alimentari contribuiscono notevolmente a creare rifiuti, finendo sistematicamente dritti nel bidone! Da questo problema nasce la sfida di Michael Marko, studente di design alla Tomas Bata University di Zlín, Repubblica Ceca.

Consapevole della grossa quantità di rifiuti prodotti dallo spreco di contenitori ad uso alimentare e desideroso di sensibilizzare la società su questa problematica, Michael ha progettato un Bowl box: un contenitore per il cibo biodegradabile al 100% da cui può nascere una piantina. È infatti fornito di semi da piantare situati sotto l’etichetta, sulla quale c’è scritto “Eat your food – Grow a plant – Save a planet” ovvero mangia il tuo cibo, coltiva una pianta e salva il paineta.

Il messaggio è semplice ma efficace, così come lo è l’azione da compiere: si gusta il cibo, poi si prendono i semi e si inseriscono all’interno del contenitore precedentemente riempito di terriccio, si innaffia e si attende che nasca la piantina. Dopodiché, si prendono la piantina e il contenitore e si mettono entrambi nel terreno, così mentre la piantina cresce il contenitore si degrada, eliminando il problema del rifiuto da imballaggio.

La Bowl box è  un chiaro esempio di design a minimo impatto ambientale, capace di trasformare direttamente un potenziale rifiuto in una piantina e allo stesso tempo informare concretamente le persone riguardo a questo problema.

Un’idea divertente e soprattutto utile!

GUARDA LE FOTO!

Se i take away, i ristoranti e i fast food adottassero questo tipo di scatole, si contribuirebbe a diminuire i rifiuti derivanti dall’usa e getta e allo stesso tempo si informerebbero le persone  sugli effetti dell’inquinamento da plastica e della sovrapproduzione di carta, riducendone drasticamente il consumo.